IN RICORDO DI ALBERTO RAVIOLA

Condono anagrafico? – 17 Dicembre 2002 (Acarus) *

Dopo il condono fiscale mi auguro possa esserci un condono anagrafico: libertà di rinunciare alla propria carta di identità, passaporto o altro. Sarebbe un primo e forse significativo passo verso la libera circolazione dei corpi e non solo delle merci.

*- Acarus era lo pseudonimo che Alberto Raviola  usava quando scriveva di politica, intesa come riflessione sulla “polis”, la comunità. A 6 anni dalla sua morte, ho deciso di fare una sezione del sito dell’ aiatel – attualmente in preparazione – dedicata a questi suoi scritti, perché sono l’applicazione alla realtà di molti concetti tipici dell’animazione. E in questo blog troveranno spazio dei brevi stimoli per invogliare a leggere le versioni originali e complete.

 

Posted in Formazione, Letture, Notizie | Leave a comment

PROSPETTIVE DI LAVORO

Gli ultimi dati del sistema informativo Excelsior evidenziano le tendenze occupazionali e, in particolare, le competenze professionali maggiormente richieste nel mercato del lavoro. Per il periodo 2016-2020, il settore della sanità e dell’assistenza alla persona è tra quelli che contribuiranno di più alla formazione dei fabbisogni occupazionali dei prossimi anni, con un tasso medio annuo del 4,1%.
Nel dettaglio, a fronte dell’innalzamento dell’età media della popolazione italiana, il fabbisogno di specialisti della salute prevede una crescita del 60%, quello di professioni qualificate nei servizi sanitari e sociali del 34% e per i tecnici della salute del 14%.
Rispetto al livello di specializzazione, il maggior tasso di fabbisogno tra le figure più qualificate si prevede per gli “altri specialisti della formazione”.
L’animatore inteso come stimolatore della  crescita personale e di gruppo può rientrare in questa categoria.

Posted in Letture, Notizie | Leave a comment

PROFESSIONI DEL TERZO SETTORE IN MOVIMENTO

E’ cominciato con il profilo dell’animatore: da un lato numerose specializzazioni con corsi diversi per durata, metodi e contenuti, realizzati a livello regionale o con finanziamenti della UE; dall’altro “riqualificazione” per trasformare l’animatore in educatore da utilizzare in contesti socio-sanitari.
Poi è stato il turno delle maestre senza laura e che avrebbero perso il posto se non acquisivano titoli universitari non richiesti al momento della loro assunzione. Per ora la questione è sospesa, ma non risolta.
Ora è il turno degli educatori professionali. La nuova disciplina delle professioni pedagogiche (educatore socio-pedagogico e pedagogista), inserita nella L 205/17 (legge di bilancio 2018), art. 1 commi 594-601, è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale  del 29 dicembre 2017.  Siamo in attesa dei decreti attuativi che la renderanno operativa. Ma pare che anche in questo caso occorra tornare a studiare!

Qual è il piano completo?

Posted in Formazione, Notizie | Leave a comment

MA COME MAI?!

Stanno continuando ad aumentare episodi di violenza verso minori ed anziani, consumati in istituzioni e organizzazioni pubbliche e private.
Senza tralasciare il bullismo, fenomeno in espansione. Una possibile spiegazione? Da oltre un decennio non si parla più di prevenzione con tutti gli “annessi e connessi”. In cui l’animazione aveva una parte importante!

Posted in Esperienze, Notizie | Leave a comment

Riflessioni e propositi…

Il tempo prezioso delle persone mature (Tempo Que Foge)

Mario Andrade (Poeta, novellista, saggista brasiliano)

«Ho contato i miei anni ed ho scoperto che ho meno tempo da vivere da qui in avanti di quanto non ne abbia già vissuto.
Mi sento come quel bambino che ha vinto una confezione di caramelle e le prime le ha mangiate velocemente, ma quando si è accorto che ne rimanevano poche ha iniziato ad assaporarle con calma.
Ormai non ho tempo per riunioni interminabili, dove si discute di statuti, norme, procedure e regole interne, sapendo che non si combinerà niente…
Ormai non ho tempo per sopportare persone assurde che nonostante la loro età anagrafica, non sono cresciute.
Ormai non ho tempo per trattare con la mediocrità.
Non voglio esserci in riunioni dove sfilano persone gonfie di ego.
Non tollero i manipolatori e gli opportunisti.
Mi danno fastidio gli invidiosi, che cercano di screditare quelli più capaci, per appropriarsi dei loro posti, talenti e risultati.
Odio, se mi capita di assistere, i difetti che genera la lotta per un incarico maestoso.
Le persone non discutono di contenuti, a malapena dei titoli.
Il mio tempo è troppo scarso per discutere di titoli.
Voglio l’essenza, la mia anima ha fretta…
Senza troppe caramelle nella confezione…

Voglio vivere accanto a della gente umana, molto umana.

Che sappia sorridere dei propri errori.
Che non si gonfi di vittorie.
Che non si consideri eletta, prima ancora di esserlo.
Che non sfugga alle proprie responsabilità.
Che difenda la dignità umana e che desideri soltanto essere dalla parte della verità e l’onestà.
L’essenziale è ciò che fa sì che la vita valga la pena di essere vissuta.
Voglio circondarmi di gente che sappia arrivare al cuore delle persone…
Gente alla quale i duri colpi della vita, hanno insegnato a crescere con sottili tocchi nell’anima.
Sì… ho fretta… di vivere con intensità, che solo la maturità mi può dare.
Pretendo di non sprecare nemmeno una caramella di quelle che mi rimangono…
Sono sicuro che saranno più squisite di quelle che ho mangiato finora.
Il mio obiettivo è arrivare alla fine soddisfatto e in pace con i miei cari e con la mia coscienza. Spero che anche il tuo lo sia, perché in un modo o nell’altro ci arriverai…»

Posted in Senza categoria | Leave a comment

IL GRUPPO ADOLESCENZIALE

Socializzare, stare con i coetanei è molto importante per un individuo che sta crescendo. L’esperienza può facilitare lo sviluppo della personalità e del carattere in un contesto protetto. A seconda dei membri del gruppo e delle dinamiche interne fra loro, l’evoluzione nel periodo della pubertà e dell’adolescenza può essere positiva o negativa, e in questo secondo caso si può trasformare in “banda”, “gang”, con comportamenti violenti fino alla delinquenza vera e propria.
Chi volesse approfondire la situazione del proprio gruppo di appartenenza può trovare un utile sussidio nelle pagine AIATEL millennials.

Posted in Esperienze, Formazione, Letture, Notizie | Leave a comment

Patti di collaborazione anche a Milano

Milano, approvata la delibera Beni Comuni: i patti per includere e rigenerare

Posted in Senza categoria | Leave a comment

POLITICHE GIOVANILI

Una possibile risposta al motivo dell’aumento della violenza fra i giovani sta nelle politiche giovanili: fino ad un decina di anni fa erano previsti interventi di prevenzione, progetti giovani, Centri di Aggregazione Giovanile e leggi ad hoc che li finanziavano. Sulla carta queste attività esistono anche oggi. Peccato che i finanziamenti siano drasticamente diminuiti passando da 130 milioni di euro nel 2007 a poco più di 5 milioni del 2015. Con conseguenti ricadute sugli interventi effettivamente realizzati.
Un interessante articolo di G.Campagnoli presentato l’anno scorso ad un convegno sui 20 anni di applicazione della legge 285/97 a Roma offre dati e riflessioni in merito.

per chi volesse approfondire

Posted in Esperienze, Incontri, Letture, Notizie | Leave a comment

MILLENNIALS

I nati fra il 1980 ed il 2000 per il loro profilo paiono essere particolarmente sensibili ed importanti per il futuro del nostro pianeta. Così nel sito di Aiatel ci sono nuove pagine destinate a loro. Per ora sono attivi due soli argomenti sui 4 previsti.
Gradiremmo feed-back.

Posted in Esperienze, Letture, Notizie | Leave a comment

VIOLENZA GIOVANILE IN AUMENTO

In questi ultimi anni gli episodi di bullismo sono aumentati ed è diminuiti l’età degli autori di questi episodi che spesso sono di estrema  violenza. E avvengono persino a scuola, ambiente educativo che dovrebbe proteggere in tutti i sensi gli utenti.
Anche la famiglia ha i suoi problemi in questo ambito.
Non è che prima il fenomeno non esistesse, ma cosa ha contribuito alla sua diffusione e al suo peggioramento?
C’è “qualcosa” che può offrire risposte?

Posted in Esperienze, Notizie, Storia | Leave a comment