IL RAPPORTO CENSIS

E’ un’utile fonte di riflessione per approfondire la questione delle scelte, in questo caso intendendo per gruppo la famiglia.
Nel 48° rapporto annuale  – http://www.censis.it/- si rileva che, benchè sia aumentato del 12% il numero delle persone che ritengono che il picco negativo della crisi economica sia passato, più del 60% pensa che possa capitare a chiunque di finire in povertà. Dunque i soldi vengono risparmiati  e “nascosti” e non essendoci fiducia e speranza nel futuro, mancano desideri ed aspettative  e non si utilizza il denaro per beni e servizi che non si riescono ad individuare.
Il mondo politico non ha un contatto con la realtà e, aiutato dai mass media, si occupa di altro, in questo modo confermando la posizione dei cittadini e motivandone la lontananza.

L’animazione pare dunque necessaria ed urgente. Ma come passare all’azione?

This entry was posted in Esperienze, Letture, Notizie. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *