PROFESSIONI DEL TERZO SETTORE IN MOVIMENTO

E’ cominciato con il profilo dell’animatore: da un lato numerose specializzazioni con corsi diversi per durata, metodi e contenuti, realizzati a livello regionale o con finanziamenti della UE; dall’altro “riqualificazione” per trasformare l’animatore in educatore da utilizzare in contesti socio-sanitari.
Poi è stato il turno delle maestre senza laura e che avrebbero perso il posto se non acquisivano titoli universitari non richiesti al momento della loro assunzione. Per ora la questione è sospesa, ma non risolta.
Ora è il turno degli educatori professionali. La nuova disciplina delle professioni pedagogiche (educatore socio-pedagogico e pedagogista), inserita nella L 205/17 (legge di bilancio 2018), art. 1 commi 594-601, è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale  del 29 dicembre 2017.  Siamo in attesa dei decreti attuativi che la renderanno operativa. Ma pare che anche in questo caso occorra tornare a studiare!

Qual è il piano completo?

This entry was posted in Formazione, Notizie. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *