A di Animazione come……….

Fra tutte le azioni possibili, ne ho scelta una forse improbabile “aggiustare . In effetti sono molte le cose che si possono aggiustare, sia materiali che immateriali. E questa azione è una passione di molti, benchè cambino gli “oggetti” da sistemare, le età ed il sesso degli interessati. A volte è un hobby, a volte è una necessità, a volte è un allenamento per il futuro, come testimonia per esempio Sōichirō Honda che iniziò lavorando nell’officina di suo padre che si occupava di biciclette per poi dedicarsi alle moto. O Enzo Ferrari prima meccanico e poi costruttore di automobili. O Coco Chanel, che da esecutrice di riparazioni divenne un grande stilista…………. eccetera

Dunque, un laboratorio. Questa è la traduzione in pratica dell’idea. Ma come farlo con “finanziamenti ZERO”?
Per iniziare partirei con un gruppo di amici che abbiano del tempo libero e una abilità in qualche campo, in uno spazio minimo (il solito garage, un portico, una stanza inutilizzata) che possono mettere a disposizione gratuitamente. E userei il passaparola per promuovere l’iniziativa.

Un esempio: un’animatrice un po’ attempata che farà coppia con ciascuno degli altri e si occuperà dell’accoglienza e delle questioni relazionali; un universitario che sa tutto di cellulari e computer e che sarà disponibile il sabato dalle 17 alle 19; un medico in pensione disponibile il martedì ed il venerdì mattina, dalle 10 alle 12; una insegnante di lingue in pensione capace di costruire bigiotteria disponibile dalle 16 alle 17 del giovedì; un adolescente con vecchio motorino che aggiusta da sè di solito la domenica dopo la messa, dalle 11 alle 13.

This entry was posted in Formazione, Notizie. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *