PREVISIONE DEL FUTURO?

“…………l’educazione dei giovani, ………… non si riduce più, come solamente qualche anno fa, ai tre livelli tradizionali: la famiglia (in completa trasformazione) o la comunità; la scuola o il lavoro; il divertimento e le vacanze. Un quarto livello ha fatto la sua apparizione, e la sua invadenza ed influenza – a volte discrete, ma più spesso molto evidenti – diventano determinanti: quello dei “media” e degli audiovisivi. Questo elemento ci condiziona qualche volta senza che ce ne accorgiamo. Insidiosamente, a nostra insaputa: radio, televisione, stampa, cinema, manifesti, propaganda, pubblicità, cassette, video-clips, foto e, recentemente, l’informatica ed il suo apparato sempre più sofisticato. …….
L’animazione socioculturale si situa, esattamente, nel settore della vita associativa come in quella dei ‘media’ in cui il tempo libero costituisce uno dei principali momenti.
In una società in cui la durata del lavoro tende a ridursi, cosa farà l’uomo nel suo tempo libero?

L’alternativa è contemporaneamente semplice e tragica:
– o questo nuovo contesto gli permetterà di sviluppare la sua personalità, di coltivarsi, di arricchire il suo capitale di conoscenze…………, insomma di espandersi;
o sarà condizionato, determinato dai ‘media’, si lascerà guidare e prendere in carico da ‘capipopolo’  o da organizzazioni che seguono mode e modelli prestabiliti o predeterminati, senza altro risultato che quello di diventare passivo e dipendente.”

Edouard Limbos, Bruxelles 1989 – Presentazione di G.Contessa – Dall’età di Vulcano all’età della Luce

This entry was posted in Letture. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *