COSA SI PERDE?

Innanzi tutto la natura dell’animazione di stimolatrice del cambiamento a livello individuale e collettivo/di comunità.

Poi il coinvolgimento della comunità nella ricostruzione del senso della vita, della convivenza e del benessere.

Inoltre la consapevolezza di ogni soggetto di essere responsabile delle sue scelte e dell’uso che fa della sua libertà.

 

 

This entry was posted in Formazione, Letture, Notizie. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *