ANIMAZIONE & MERCATO 3

La “legge quadro per il turismo e interventi per il potenziamento e la qualificazione dell’offerta turistica”, n. 217 del 17 maggio 1983, tratta della figura dell’animatore turistico. All’articolo 11, infatti, tale legge pone tra le attività professionali legate al turismo anche quella dell’animatore turistico. Il comma 11 di tale articolo dichiara infatti: “È animatore turistico chi, per professione, organizza il tempo libero di gruppi di turisti con attività Ricreative, sportive e culturali”.  (tratto da: http://www.animazione-turistica.it/legge/).

Questa è l’unica legge nazionale esistente che riguarda la professione di animatore e  trattandosi di una legge-quadro rimanda alle Regioni le quali, quando e se se ne sono occupate, per lo più  si sono concetrate nell’individuare profili professionali che in realtà tendevano a creare “specializzazioni diverse” tipo guida turistica, guida escursionistica ed ambientale, accompagnatore turistico, ecc.

Per il resto le Regioni di solito hanno inserito il profilo dell’animatore nel settore socio-sanitario, in molti casi unificandolo con quello dell’educatore.

per saperne di più:
” Il lavoro nel settore dei servizi sociali e le professioni sociali Rapporto a cura del FORMEZ Febbraio 2009″
.pdf

This entry was posted in Esperienze, Letture, Notizie. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *