"PROGETTO INSIEME" - AIATEL/Comune di Carugate (MI)

 

Rapporto Finale (2000-2002)

Presentiamo in queste pagine il Rapporto Finale dei due anni di attività del Progetto Insieme. In sede di premessa - come avevamo fatto anche lo scorso anno nel 1° Rapporto delle attività - vale la pena ricordare che: - per il biennio 2000-2002, il progetto ha goduto di un finanziamento di euro 65.917 (pari a lit. 127.633.330) da parte della Regione Lombardia (attraverso il Fondo Nazionale per la Lotta alla Droga L. N. 45/1999) - tale finanziamento ha rappresentato meno del 50% della richiesta inoltrata dall'Amministrazione Comunale nel 1999 per la realizzazione di un progetto che prevedeva una durata triennale - tale decurtazione sia economica che temporale ha costretto l'Amministrazione Comunale e Aiatel a ridimensionare finalità, obiettivi e azioni previste.

A questo proposito l'originario sviluppo del progetto, finalizzato alla promozione di una sensibilità comunitaria orientata al miglioramento del benessere e la qualità della vita a Carugate, ha dovuto fare i conti con l'imprevista modificazione di scenario (finanziario e temporale), costringendo a indicare priorità, fondate essenzialmente su necessità di bilancio e di fattibilità temporali.

Così, mantenendo fede all'impostazione progettuale che considerava connessa e interdipendente la dimensione di intervento a favore di gruppi, di giovani e adulti, e quella a favore dell'intera comunità, in sede di avvio del progetto, si sono indicate priorità di processo (metodo) e di contenuto (azione). In rapporto al primo ambito, il documento progettuale prevedeva la costituzione di due gruppi di "indirizzo e controllo" delle iniziative:

1. a livello politico, la Consulta di Indirizzo coordinata dall'Assessore ai Servizi Sociali e dal Consigliere delegato alla Cultura, e di cui dovevano far parte figure persone significative e rappresentative della comunità (Parroco, Presidente delle Biblioteca, Dirigente scolastico, etc.)

2. a livello tecnico, lo Staff Tecnico di Coordinamento (STC), formato dalle Referenti Comunali (dirigente e A.S.), dagli operatori Aiatel, e da cittadini in rappresentanza dei vari gruppi in fase di costituzione.

In sede finale, è necessario segnalare come:

- la Consulta di Indirizzo non sia mai stata convocata. Da una parte la situazione di "vacanza istituzionale" del referente politico del Progetto, creatasi in occasione delle elezioni amministrative e perduratasi complessivamente per 6 mesi nella primavera/estate del 2001 e dall'altra il sostanziale - seppur mai formalizzato - disaccordo del neo designato Assessore alla cultura, sport, attività sociali, sono stati elementi decisivi perché questo organismo non "vedesse mai la luce"

- d'altro canto lo STC si sia incontrato regolarmente, svolgendo compiti di informazione, coordinamento, gestione complessiva delle azioni di progetto, oltre che di monitoraggio dei successi e fallimenti delle iniziative realizzate.

In chiusura del progetto lo STC vede la presenza a fianco degli operatori Aiatel, di una Referente del Forum delle Associazioni di Volontariato e della Dirigente dei Servizi Sociali del Comune di Carugate Per quanto riguarda i contenuti delle azioni, durante il 2° anno, il Progetto ha inteso insistere sugli gli ambiti già individuati in sede di avvio e di chiusura del 1° anno:

· il settore GIOVANI, prevedendo la messa in opera di attività di informazione, sensibilizzazione, aggancio, formazione finalizzate alla costituzione di un Gruppo Giovani a sua volta orientato alla promozione di attività a favore di altri giovani

· il settore ADULTI, promuovendo il consolidamento del Forum delle Associazioni, la promozione e realizzazione di CIVITAS e la realizzazione di un'azione di formazione genitori chiamata Master Genitori.

Il settore GIOVANI

Per quanto riguarda l'ambito giovanile, il gruppo dei "giovani ricercatori", chiusa la fase "operativa" della Ricerca Intervento nel mese di Aprile 2001, ha avviato l'attività di restituzione dei dati. Questo percorso (realizzato tra ottobre 2001 e febbraio 2002) ha consentito da una parte l'aggancio e il coinvolgimento delle realtà del territorio afferenti al mondo giovanile, con l'offerta di opportunità di mettersi in "connessione" e dall'altra il coinvolgimento diretto di giovani (anche appartenenti a gruppi informali) nell'organizzazione di feste e momenti di aggregazione. Nel mese di Marzo 2002, è stato organizzato in collaborazione con il Centro di Aggregazione Giovanile (CAG) del Comune di Carugate, l'evento animativo "L'isola che non c'è". La giornata ha riscosso l'interesse e la curiosità di un gruppo di 6 giovani i 15 e i 18 anni abituali frequentatori il Centro, che hanno manifestato il desiderio e l'intenzione di organizzare un evento animativo rivolto ad altri ragazzi e ragazze. E' stato quindi offerto loro un percorso di accompagnamento finalizzato sia alla costituzione del gruppo che alla realizzazione dell'evento, individuato in una "Festa d'Estate" che si è tenuta a fine giugno. In termini di risultati raggiunti, nella Relazione del 1° anno registravamo "una freddezza da parte del mondo giovanile carugatese" che indicavamo esplicitarsi secondo due modalità: l'assoluto disinteresse oppure il rientro nei gruppi di provenienza dopo aver fatto una o più esperienze con il gruppo del progetto Insieme. Tale atteggiamento è presente, nella sua ambivalenza, anche in una parte significativa del mondo associativo adulto, disponibile solo in parte nella costruzione di opportunità "pubbliche" a favore del mondo giovanile: prevale infatti il timore che dal rapporto con altre realtà possa conseguire una "fuga" degli iscritti e di conseguenza l'adesione alle proposte ha il carattere della pura e semplice formalità. A fronte di una dichiarazione di apertura per il necessario un ricambio generazionale si agiscono comportamenti di chiusura e selettività, sintomo di un'autoreferenzialità che non porta a nulla, se non alla lenta ma inarrestabile scomparsa!

Il settore ADULTI

Per quanto riguarda il mondo degli adulti, in questi due anni, si è lavorato per:

- stimolare il confronto tra le Associazioni in vista della costituzione di un gruppo permanente rappresentativo del volontariato carugatese

- promuovere il collegamento e la cooperazione fra associazioni formali e non del territorio, per la realizzazione di eventi, attività, servizi

- promuovere sensibilità e competenze (individuali e gruppali) per migliorare gli interventi a favore del benessere di comunità.

Forum delle Associazioni. Per quanto riguarda le attività a favore degli adulti appartenenti alle Associazioni, segnaliamo come l'attività svolta si è articolata in due Fasi; la prima, tra giugno 2002 e maggio 2001, ha visto realizzati tre momenti:

- progettazione, organizzazione e realizzazione della 2a edizione della Festa del Volontariato

- verifica/valutazione dei risultati raggiunti e "lancio" del corso "Agorà"

- realizzazione del percorso di formazione (40 ore) finalizzato all'incremento di competenze di "lavoro di comunità" (Agorà - Laboratorio socio-culturale).

Nel secondo anno di attività (giugno 2001-giugno 2002) è stato offerto al Forum un supporto consulenziale di "processo" orientato al miglioramento delle competenze di lavoro di gruppo (vedi documentazione allegata) e per dare risposta a problemi e difficoltà relativi all'efficacia della comunicazione e della presa di decisioni. L'offerta è stata proposta al Forum nella sua interezza, ma anche a gruppi o a singole Associazioni interessate. Sono stati però richiesti ed effettuati solamente 2 incontri con il Forum, in occasione della presentazione e discussione della "Carta dei Cittadini". L'esperienza di questo secondo anno ha sortito esiti positivi riscontrabili dai seguenti fenomeni:

- "tenuta" del Forum che si è riunito mensilmente ed ha visto la partecipazione costante di 10-12 Associazioni e la realizzazione della 3a Festa del Volontariato

- contributo significativo del gruppo di Associazioni che ha partecipato ad "Agorà", ai lavori del Forum; il gruppo Agorà ha stimolato il lavoro, illustrando e aprendo il confronto sulla "Carta del Cittadino" messa a punto nell'ambito del percorso formativo. Buona parte dei principi ispiratori e alcune delle proposte di iniziative concrete, contenute nella Carta del Cittadino, sono confluite nello Statuto del Forum ed hanno stimolato la realizzazione di nuove iniziative - come ad es. il concorso di disegno e la presentazione/promozione delle realtà associative - in collaborazione con la Scuola. L'elemento di significativa criticità è stato la non accoglienza da parte del Forum delle proposte di aiuto, sostegno e collaborazione offerte dal Progetto Insieme. Il Forum sembra preoccupato essenzialmente a identificare norme procedurali e regolamenti funzionali, con il rischio di trasformarsi in un organismo "autoreferente e burocratico", piuttosto che offrire ai propri membri opportunità di incremento delle capacità riflessive e di gestione del gruppo, competenze necessarie ad un buon funzionamento relazionale, necessarie per diventare organismo di rappresentanza delle istanze del volontariato locale presso l'Amministrazione Comunale.

Civitas - Incontri di riflessione sulla Comunità per Cittadini, Gruppi e Associazioni. Il percorso di Incontri di Riflessione "Civitas", è un'attività formativa rivolta a membri di Organizzazioni, Associazioni e a singoli cittadini, interessati a:

- aumentare le proprie capacità di relazione interpersonale

- confrontarsi e scambiarsi opinioni sulla qualità della vita nella comunità carugatese

- acquisire competenze e metodologie per la promozione del benessere nella comunità.

I moduli tematici che costituiscono la proposta Civitas rappresentano un'opportunità di coinvolgimento dei cittadini in modo da stimolare il loro protagonismo nell'ideazione e realizzazione di azioni a favore della comunità, successivamente alla chiusura del Progetto Insieme. I cittadini che, ad oggi, hanno mostrato interesse sono stati una trentina. Tra aprile e maggio 2002 è stato avviato un primo modulo di 2 giornate, a cui hanno partecipato 6 "mamme" del gruppo Il Girotondo; il modulo si è focalizzato sui processi relazionali e psicologici di "costituzione di gruppo" per offrire un test di realtà all'intenzione delle partecipanti di costituirsi in Associazione. Al termine del secondo incontro, le partecipanti hanno confermato l'intenzione di volere dare avvio alla Associazione, richiedendo il supporto dell'Amministrazione Comunale. Inoltre hanno esplicitato la necessità di essere ulteriormente formate, con attività di supervisione e consulenza per mettere a punto azioni e strategie di marketing sul territorio.

Master Genitori. La finalità del MASTER GENITORI è di formare un gruppo di genitori interessati a sviluppare le loro competenze educative e disposti, al termine del percorso formativo, a mettersi a disposizione della Comunità per la realizzazione di attività a favore di altri genitori. Il programma di formazione prevede la partecipazione a 4 Moduli, di 20 ore l'uno, più 18 ore di supervisione di gruppo (su richiesta del gruppo al termine delle 80 ore). Il Progetto Insieme aveva indicato il Master Genitori attraverso la realizzazione dei primi due Moduli - Base e Tematico - come una delle azioni significative. Dopo un lungo periodo di promozione e ripetuti incontri di presentazione pubblica, il Master Genitori si è avviato nel maggio 2002, con la partecipazione di 6 mamme che si sono incontrate in due incontri pomeridiani di 5 ore e in tre serate di tre ore, con grande costanza e impegno, raggiungendo buoni risultati sia dal punto di vista gruppale che degli apprendimenti relativi al "ruolo" genitoriale. Durante l'ultimo incontro, come previsto dal programma, le partecipanti hanno indicato, con l'ausilio dei conduttori di gruppo, "Il futuro dei figli" come tema del 2° modulo, che si svolgerà tra settembre e ottobre 2002.

Il MARKETING e l'EVALUATION di Progetto. Da ultimo, ma non in ordine di importanza, segnaliamo due azioni trasversali all'intero progetto e a ogni singola iniziativa: il Marketing e la Verifica/Valutazione (Evaluation). L'attività di informazione, promozione, pubblicizzazione ha impegnato lo staff Aiatel in relazione al Progetto Insieme nel suo complesso, all'attività formativa Civitas e Master Genitori, alle attività di formazione a favore del gruppo dei giovani. In specifico si sono:

- ideati, predisposti, stampati e/o fatti stampare, materiali informativi cartacei quali volantini, brochure, locandine e manifesti

- realizzati incontri di presentazione e aggancio dei potenziali interessati alle iniziative.

Ciò ha significato curare la divulgazione delle informazioni e la sensibilizzazione comunitaria attraverso: - pubblicazioni locali e comunali - la distribuzione di materiali presso locali pubblici, luoghi di ritrovo formali e informali - incontri con i referenti di scuola, parrocchia, associazioni e con singoli cittadini - il sito del Comune di Carugate. Per quanto riguarda l'Evaluation, due sono state le procedure attuate per verificare e valutare l'efficacia e l'efficienza del progetto, naturalmente ad integrazione del monitoraggio trimestrale delle attività - da presentare alla ASL Milano 2 - previsto per i progetti co-finanziati dalla L.N. 45/1999.

1. Interviste di indagine valutativa a testimoni privilegiati. Sono state realizzate (a Settembre 2001 e a Giugno 2002) due serie di interviste rivolte a testimoni privilegiati della realtà territoriale di Carugate. Le interviste, condotte telefonicamente, hanno inteso indagare la conoscenza del progetto, le opinioni sulle politiche giovanili, le considerazioni sulla realtà presente e le aspettative future per i giovani di Carugate

2. Evaluation attività formative per adulti. Per quanto riguarda le due giornate realizzate a favore del gruppo Il Girotondo, si è prevista - in relazione alla brevità delle attività d'aula - una verifica e valutazione di carattere informale, attraverso la raccolta di opinioni in merito alla soddisfazione per l'andamento delle attività (rilevata in chiusura delle due giornate) e alla indicazione di progettualità futura del gruppo, che si è esplicitata attraverso il desiderio di fondazione dell'Associazione. Il modulo "base" del Master Genitori è stato invece verificato e valutato attraverso un questionario di percezione, che ha inteso raccogliere le reazione delle partecipanti in rapporto alle attività, al clima, agli obiettivi, al metodo, agli apprendimenti, alla qualità dei/delle conduttori/trici (vedi QS di valutazione allegato).

3. Evaluation attività Gruppo Giovani. In riferimento alle attività di formazione e di animazione realizzate con il Gruppo Giovani, sono stati previsti due momenti di verifica/valutazione: - la prima relativa all'evento conclusivo di giugno, attraverso la rilevazione del gradimento dei fruitori dell'evento stesso, chiedendo a fine attività la loro opinione con un semplice strumento di rilevazione - la seconda relativa al grado di soddisfazione, impegno personale e gruppale, clima di lavoro, dei giovani promotori, realizzata con uno strumento formalizzato di raccolta delle percezioni (vedi questionario e risultati allegati).

Il Futuro senza il Progetto Insieme.

Il Progetto Insieme ha concluso formalmente le attività nel giugno 2002. Dopo l'estate Aiatel comunque:

- realizzerà il 2° modulo del Master Genitori (20 ore di formazione)

- offrirà l'opportunità di realizzare 1/2 moduli di Civitas (probabilmente uno a favore del gruppo Il Girotondo e un secondo a favore di un gruppo in fase di costituzione)

- incontrerà il Gruppo Giovani per verificare l'opportunità di intraprendere attività formative in vista di un loro impiego come "animatori junior" del CAG

- concluderà il progetto con un Seminario sul Lavoro di Comunità e le Politiche Giovanili.

Naturalmente il processo di sensibilizzazione e coinvolgimento dei cittadini (giovani e adulti) nella promozione del benessere di comunità non può dirsi concluso: due anni sono serviti a rendere visibile la proposta al territorio, vincere resistenze e diffidenza, agganciare giovani e adulti, avviare iniziative formative e aggregative, perché si nascano gruppi che comincino ad essere non solo fruitori di azioni ma anche propositori di iniziative. A questo proposito appare evidente che solo un impegno futuro, guidato dall'Amministrazione Comunale, potrà sviluppare il lavoro che è stato fatto fino ad ora, a partire dai cittadini e gruppi afferenti al progetto. Ci permettiamo in questa sede di indicare alcune possibili ipotesi di lavoro: - allargamento dello STC, a partire dal prossimo autunno, ai referenti dei genitori, del gruppo Il Girotondo, del gruppo giovani, che dovrebbero affiancare la referente del Forum delle Associazioni e la Dirigente dei Servizi Sociali (che dovrebbe assumere il Coordinamento dello STC) - conclusione della formazione a favore dei genitori (ricordo che il Programma Master prevede altri due moduli e 18 ore di supervisione perché il gruppo impari e diventi promotore di iniziative locali a favore di altri genitori - aiuto, attraverso attività di formazione e consulenza, alla costituzione in associazione e alla progettazione/gestione di servizi per la Prima Infanzia, a favore del gruppo Il Girotondo - consolidamento del Gruppo Giovani, attraverso attività di formazione psicosociale di gruppo e di acquisizione di competenze animative, perché diventi il nucleo animativo giovanile del CAG.