CORSO DI FORMAZIONE PER ANIMATORI TURISTICI

Premessa

Da qualche anno a questa parte molte aziende a carattere turistico, per esempio alberghi, campeggi, villaggi turistici, ecc., si avvalgono della collaborazione di sedicenti animatori allo scopo di migliorare la qualità del soggiorno dei loro ospiti. Il settore, va detto, è molto "disagiato" per vari motivi fra i quali il principale riguarda l'assenza di parametri professionali di riferimento, nonostante sia l'unico settore dell'Animazione che possa fare riferimento ad una legge-quadro con valore nazionale. Non esistono dunque animatori professionali ed anche quelli più adeguati alle situazioni di vacanza, sono di solito "autodidatti" e con doti naturali di simpatia che gli attirano la benevolenza dei loro utenti. In un Paese dove il turismo rappresenta una delle industrie più fiorenti, pare necessario farsi carico di una migliore preparazione di personale che grandemente influenza l'immagine di un pubblico esercizio. Occorre che l'animatore non sia troppo insistente, obbligando gli ospiti a partecipare alle sue iniziative; come è utile che non importuni i turisti ne che li faccia oggetto di scherzi spesso grevi e grossolani. D'altra parte l'animatore potrebbe facilitare la socializzazione di chi già lo desidera aiutando gli approcci e creando un clima che faciliti gli incontri ed un'atmosfera piacevole. Un altro settore certamente importante riguarda l'area dei minori che in vacanza possono essere di peso ai genitori se non trovano compagni e nuovi stimoli ludici. L'animatore ha quindi bisogno di una solida professionalità per offrire interventi di qualità, ma anche per promuovere il turismo stesso, anche in zone poco conosciute e quindi da valorizzare.

Obiettivi I principali obiettivi di un'attività di formazione per un Animatore Turistico riguardano: miglioramento delle capacità di approccio e di relazione; acquisizione ed applicazione di semplici strumenti di gestione di piccoli gruppi; miglioramento delle capacità di analisi della realtà; conoscenza ed uso di tecniche animative; acquisizione ed applicazione di metodologie e tecniche di progettazione, programmazione ed organizzazione di iniziative animative.

Metodologia Il lavoro si svolgerà prevalentemente in piccolo gruppo, dove i presenti saranno invitati a prendere parte attiva alle proposte. Si alterneranno momenti di riflessione teorica ad altri di dibattito e di confronto, di esercitazioni pratiche ed autocentrate (che stimolano la presa di consapevolezza di sé ed una più profonda comunicazione interpersonale). Inoltre i partecipanti svolgeranno direttamente le diverse fasi di lavoro, attraversando tutte i momenti che caratterizzano l'attività di un animatore sul campo.

Selezione Si ritiene utile procedere ad una selezione dei candidati alla partecipazione al corso, allo scopo di individuare quelli più adatti e magari che già possiedono rudimenti minimi sull'Animazione. Ma è anche importante individuare le persone più motivate a svolgere una professione certamente gradevole, ma "costosa" psicologicamente, dovendo continuamente a fare i conti con rapporti interpersonali brevi e nel contesto particolare delle vacanze.

Contenuti e tempi

* Teoria ed esperienze di animazione (3 gg.)

Il seminario si propone di offrire gli elementi fondamentali per una definizione dell'animazione ed i connotati che caratterizzano in particolare quella turistica. Una riflessione particolare sarà dedicata alla definizione di tempo libero, soprattutto in una situazione di vacanza. Si porteranno all'attenzione dei partecipanti le principali esperienze di animazione turistica esistenti nel territorio in cui si svolge il corso.

* Sensibilizzazione alle dinamiche di gruppo (5 gg.)

Ciascuno sarà messo nella condizione di riflettere sulle proprie personali modalità per entrare in relazione con gli altri e insieme gli verranno fornite informazioni e rudimenti minimi per adeguare i propri comportamenti alle necessità delle situazioni che via via si vanno incontrando, tenendo in massimo conto la libertà di scelta di ciascuno e le diversità che distinguono le persone ed i loro interessi.

* Ricerca-Intervento (5 gg.)

Il problema cui ogni buon animatore turistico si trova di fronte è relativo alla conoscenza dei bisogni e degli interessi dei suoi possibili ospiti che sono caratterizzati dalla particolarità dell'essere in vacanza. Le possibilità di individuare con esattezza il pensiero dei vacanzieri è resa anche piu complicata dalla brevità del tempo disponibile e dalla necessità di agire tempestivamente. Il seminario, basandosi sulle teorie della Ricerca-Intervento, offrirà utili spunti e semplici tecniche che possono aiutare a superare questi ostacoli con buoni risultati.

* Progettazione e programmazione (2 gg.)

Il seminario si propone di offrire i rudimenti per progettare e programmare con competenza ed efficienza le iniziative. In più, esso vuole offrire utili indicazioni per ottenere la moltiplicazione delle idee e la loro innovazione. L'alto turn-over degli utenti che caratterizza i contesti turistici costituisce una seria trappola per l'animatore, perchè è piuttosto facile che il programma, anche invitante, predisposto per la prima settimana di lavoro, si ripeta perennemente. La Ricerca-Intervento da un lato, e le tecniche creative dall'altro, sono utili strumenti per rinnovare gli interventi, ma anche per mantenere alta la motivazione dell'animatore a realizzare un lavoro di ottima qualità.

* Organizzazione del lavoro animativo (5 gg.)

Accade a volte che l'animatore di un "soggiorno di vacanza" si ritenga fortunato se i suoi intrattenimenti vanno deserti, senza connettere questo evento ad un insuccesso. In altri casi capita che egli si aspetti la collaborazione e la partecipazione attiva dei suoi utenti, senza aver fatto nulla per sollecitarla. Il seminario offrirà una serie di idee che possono facilitare e rendere meno faticoso e "volatile" il lavoro dell'animatore. Per esempio, il marketing e la promozione delle iniziative animative rappresentano una parte essenziale ed irrinunciabile dell'attività dell'animatore; così come l'individuazione della "sequenza giusta" di proposte sia nel lungo periodo che in una stessa serata. Infine saranno forniti alcuni spunti per rendere gli ospiti non meri e passivi consumatori, ma attori protagonisti di alcuni dei momenti di divertimento proposti.

* Tecniche ludiche ed espressive (5 gg.)

Verranno realizzati laboratori focalizzati su alcune tecniche animative di tipo ludico ed espressivo. Nello specifico esse verranno precisate in rapporto alle conoscenze e alle acquisizioni già possedute dai partecipanti. Accanto all'apprendimento della tecnica verranno offerte idee e suggerimenti per il loro uso e la loro applicazione nell'animazione turistica.

* Tutorship e supervisione (3 gg.)

Per tutta la durata del corso i partecipanti realizzeranno periodicamente incontri con un tutor che si occuperà sia di stimolare l'evoluzione del gruppo, sia di facilitare gli apprendimenti, sia di riflettere sul tirocinio realizzato "a latere" dell'aula.

Tirocinio

Ogni allievo dovrà svolgere a fianco dell'attività d'aula, un tirocinio di 100 ore possibilmente a fianco di animatori professionali già inseriti in strutture turistiche presenti sul territorio. Ove questo non potesse verificarsi, il tirocinio verrà collegato strettamente con il lavoro d'aula che verrà all'uopo modificato secondo modalità da precisare.

Esami

Al termine della formazione, anche per ufficializzare e rendere più significativa l'attività svolta, i partecipanti affronteranno un esame orale che verterà su:

  1. aspetti teorici dell'animazione
  2. caratteristiche tecniche della professione con particolare riferimento all'ambito turistico
  3. esperienze realizzate, ivi compreso il tirocinio, e loro analisi critica.

Andranno precisate le modalità di svolgimento dell'esame con l'eventuale coinvolgimento di personalità significative del settore.

Staff

Il coordinamento didattico è affidato ad AIATEL che invierà anche docenti, formatori ed animatori esperti a seconda delle necessità previste dal percorso formativo. Se possibile verranno reperiti in loco i "testimoni", cioè gli animatori esperti già inseriti nel settore turistico, che porteranno la loro esperienza ed il loro punto di vista su problemi e difficoltà incontrati agli allievi del corso, e che, possibilmente, potrebbero aprire spazi di tirocinio.

Organizzazione

La presente proposta prevede la realizzazione del corso con le seguenti caratteristiche:

  • 15 partecipanti
  • seminari intensivi di 3-5 giorni
  • svolgimento dei seminari in giornate infrasettimanali o in fine-settimana
  • cadenza dei seminari ogni 3/4 settimane